Impianti Fotovoltaici Lombardia

Fotovoltaico Con Accumulo e Batterie con Incentivi e Bando della Regione Lombardia


Risparmio della bolletta elettrica abbassa la bolletta elettrica con il fotovoltaico con e senza accumulo Richiedici un preventivo

 

Ecco cosa devi fare per RISPARMIARE:

1) CONTATTACI

2) OTTIENI IL PREVENTIVO

3) FIRMALO

4) RISPARMIA FIN DA SUBITO

 

 

 

Con il FOTOVOLTAICO IN LOMBARDIA riesci a RISPARMIARE sul Costo della Bolletta elettrica

e con il FOTOVOLTAICO CON ACCUMULO IN LOMBARDIA 

questo risparmio raggiunge tranquillamente il 90% del costo della bolletta elettrica che paghi oggi.

 

Bando Fotovoltaico con Accumulo attivo in Regione Lombardia

In Regione Lombardia l'incentivo sull'Accumulo e Batterie ti permette di installare l'accumulo e richiedere il rimborso del 50% del costo dell'accumulo e delle Batterie fino ad un massimo di 5000 € e contemporaneamente puoi effettuare la DETRAZIONE FISCALE

 

 DUNQUE CONTATTACI AL NUMERO VERDE GRATUITO

Impianti Fotovoltaici Lombardia. Fotovoltaico con Accumulo Lombardia, Milano, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Monza, Brianza, Pavia, Sondrio, Varese, Numero Verde Fotovoltaico Lombardia

OPPURE

RICHIEDI IL PREVENTIVO IN 2 MINUTI COMPILA IL FORM!!!

{chronoforms}form1{/chronoforms}

Impianti Fotovoltaici Lombardia. Ottieni il preventivo al prezzo più basso del WEB

Impianti Fotovoltaici Lombardia: Comincia a Risparmiare sul costo della Bolletta elettrica: Installa un impianto fotovoltaico con accumulo, Richiedi un Preventivo al prezzo più basso

Fotovoltaico con Accumulo in Lombardia

Gli Accumuli e batterie per il fotovoltaico in Lombardia stanno diventando oramai una realtà e decisamente convenienti, non solo per l'intrinseca capacità di vedere aumentato l'autoconsumo di energia elettrica e quindi il risparmio, ma anche per il Bando Regionale emesso dalla Regione Lombardia sull'isntallazione di Accumuli e Batterie. 

Come Dicevamo, in Lombardia è attivo il Bando Regionale relativo all'accumulo e alle batterie associate ad un impianto fotovoltaico sia di vecchia costruzione che di nuova realizzazione.

Questo bando Incentiva il Cittadino Lombardo ad installare un Impianto fotovoltaico con accumulo e regolatore di carica oppure a dotare il suo vecchio impianto fotovoltaico di un accumulo, di batterie e di un regolatore di carica.

Inoltre la richiesta di questo incentivo alla Regione Lombardia per l'installazione dell'Accumulo E' COMPATIBILE con la DETRAZIONE FISCALE del 50% del costo di impianto nella sua totalità....

A Conti Fatti....se 5000 Euro te li restituisce la Regione Lombardia e il 50% del Costo lo detrai fiscalmente...l'impianto diviene quasi gratis!!!

In breve, il bando permette di avere dalla Regione Lombardia il 50% del costo sostenuto per acquistare ed installare l'impianto fotovoltaico con accumulo o solo l'accumulo. Il finanziamento massimo potrà essere di 5000 Euro. 

La Regione Lombardia ha scelto, per il Bando Accumulo e Batterie, la forma a Sportello. Essendo un Bando a sportello, chi prima realizza l'accumulo, prima consegna la richiesta e vedrà rimborsato il 50% del costo sostenuto per l'accumulo e le batterie. Sono stati stanziati 2.000.000 di Euro, quindi si prevedono almeno 400 Impianti fotovoltaici con accumulo Incentivati. Che dire? Affrettatevi a richiederci un preventivo e ad acquistare tramite il portale Impianti fotovoltaici Lombardia!!! 

Il fatto di avere indietro fino a 5000 Euro permette di poter scegliere il miglior sistema di accumulo. I sistemi di accumulo con batterie al Litio sono i migliori e si stanno affacciando sul mercato con prezzi abbastanza aggressivi e soprattutto con una qualità e longevità non comparabili ai sistemi di accumulo con batterie classiche al Piombo.

Si tenga conto infatti che che una batteria al Litio ha circa 5 volte la longevità di una batterie al piombo e può essere usata per circa il 90%d della sua capacità.

Le batterie al Litio permettono un accumulo reale molto più simile all'accumulo installato mentre per le batterie al Piombo questa differenza può essere anche del 50% (Energia accumulata nominale 100, Energia accumulata spendibile 50).

Inoltre, le batterie al lito sono "garantite per un numero di cicli che oscilla tra i 4000 e 5000 cicli di scarica e carica, mentre le batterie al Piombo solo di 800-1500 Cicli.

Quindi ad oggi l'accumulo, le batterie, i sistemi di Backup possono garantire un risparmio in bolletta elettrica che, in alcuni periodi dell’anno, arriva ad essere del 95% ed inoltre è possibile eliminare gli annosi BLACK OUT elettrici dovuti alle interruzioni di erogazione di energia elettrica dalla rete.

Solo il dimensionamento opportuno ti può dare l'informazione corretta sul costo

CONTATTACI PER IL TUO ACCUMULO E BATTERIE DI QUALITA' PER IL FOTOVOLTAICO in LOMBARDARDIA.

 

Impianti Fotovoltaici Lombardia Fotovoltaico con accumulo. Bando Regione Lombardia Incentiva linstallazione di nuovi sistemi di accumulo

 

Impianti Fotovoltaici Lombardia ti segue passo passo nella scelta del Miglior Impianto Fotovoltaico con Accumulo:

Come scegliere le batterie per il Fotovoltaico più adatte allo scopo di immagazzinare il maggior quantitativo di corrente elettrica per un tempo molto lungo?

La “nuova era” del fotovoltaico è quella dei sistemi di accumulo tramite batterie che siano esse al Litio o al Piombo. Un sistema di accumulo è un sistema elettrico che, per mezzo di accumulatori elettrici, immagazzinal’elettricità prodotta di giorno dal fotovoltaico per renderla disponibile la sera e la notte, o quando il fotovoltaico non produce a sufficienza per ciò che l'utenza sta consumando.

Richiedere un preventivo per i pannelli fotovoltaici, instllarli e incominciare ad immagazzinare nelle batterie parte dell’energia prodotta di giorno, permette di avere a disposizione la “propria” energia elettrica anche la sera, quando l’impianto non produce. E’ questo il modo migliore per sfruttare al massimo il proprio impianto fotovoltaico, anche il Lombardia, e per aumentare al massimo l’autonomia dalla rete elettrica Enel e aumentare a dismisura l'autoconsumo. Tramite l'Autoconsumo infatti si realizzail massimo risparmio in quanto prelevare dall'accumulo significa non prelevare dalla rete e quindi il contatore ENEL risulta bloccato!!!!

In termini più semplici.

Di giorno l’impianto produce energia elettrica.
L’energia prodotta viene in parte autoconsumata sul momento. In parte viene stoccata nelle batterie. La rimanenza, quando le batterie sono cariche, viene immessa in rete e pagata con lo scambio sul posto che è compatibile con la detrazione fiscale del 50% del costo di impianto compreso l'accumulo.

Di sera l’impianto non produce.
L’energia di cui si ha bisogno viene prelevata dalle batterie (ricaricate durante il giorno). Quando le batterie sono scariche, l’impianto elettrico preleva dalla rete elettrica di Enel (addebitando i kwh in bolletta).
scegliere le batterie per il fotovoltaico

In questo modo il risparmio sui costi energetici diventa il massimo ottenibile col proprio impianto.

Come funziona l’impianto fotovoltaico con batterie

Mettere batterie di accumulo col fotovoltaico è la soluzione per risparmiare in bolletta.

Come scegliere le batterie più adatte? Prima di capire come scegliere le batterie più adatte, vediamo un po più nello specifico come funziona l’impianto fotovoltaico con accumulo.

Il sistema di accumulo viene collegato all’impianto fotovoltaico, da un lato, ed (eventualmente) alla rete elettrica esterna, dall’altro. Attraverso una centralina il sistema governa i flussi di energia in base alle necessità dell’utente. Attraverso un regolatore di carica, invece, il sistema regola la carica delle batterie evitando dannosi sovraccarichi. Il tutto, ovviamente, deve essere dimensionato in maniera proporzionale alla potenza dell’impianto, alle batterie ed alla quantità dei consumi elettrici.

Ecco come funziona. L’elettricità pulita prodotta dal fotovoltaico viene “dirottata su vie diverse” in ordine di priorità:

direttamente all’utenza di casa (ai carichi domestici) per l’autoconsumo immediato;
alle batterie di accumulo, per l’autoconsumo “differito”;
alla rete Enel (solo se previsto dal progetto e solo quando le batterie sono completamente cariche), per la valorizzazione attraverso il meccanismo dello scambio sul posto.


Si tratta in genere di un sistema “intelligente” in grado di stabilire se e quando autoconsumare, accumulare o (se previsto) immettere in rete l’energia auto-prodotta.

Nell’era dell’accumulo domestico da fonti rinnovabili l’aspetto principale degli impianti diventa, dunque, non più solo la capacità produttiva dei pannelli fotovoltaici, nè l’efficienza di conversione dell’inverter, ma la capacità di accumulo elettrico delle batterie: “quanta energia pulita saranno in grado di stoccare le mie batterie?”


Come scegliere le batterie più adatte al mio tipo di impianto? Quante me ne servono per soddisfare le mie necessità? Di quanti kwh di stoccaggio mi servono per ridurre la spesa in bolletta in maniera significativa?

Ciò che oggi è fondamentale capire è se e come le batterie sono necessarie a garantire i maggiori risparmi in bolletta e se i loro costi vengono ammortizzati in tempi utili.

Quanto costa un Kit Fotovoltaico con e senza accumulatori?

I prezzi degli impianti fotovoltaici “chiavi in mano” sono arrivati oggi a costare circa di 2mila euro per kw. Un impianto da 3 kilowatt chiavi in mano costa meno di 6 mila euro se si scelgono pannelli classici un po di più se ci affidiamo a SunPowe

L'accumulo ha un costo che varia da circa 3000 Euro + IVA a circa 7000 Euro più IVA, Chiaramente incidono sul costo finale, la qualità della batterie, la tipologia delle stesse.

Ad esempio Powerwall Tesla, completo di tutto compresa installazione, nella versione 6,6 kWh monofase ha un costo di circa 7000 Euro avendo a disposizione un Inverter Solar Edge.

Come scegliere le batterie più adatte per il mio impianto fotovoltaico
Il fabbisogno medio di elettricità di una famiglia è di circa 3.000 kwh/anno che, suddiviso su base giornaliera, è di circa 8,2 kwh al giorno (cioè: 3.000 diviso 365 gg).

Il consumo giornaliero medio per una famiglia è di circa 8,2 kwh/giorno.

Se consideriamo che almeno il 50% dei consumi domestici avviene la sera o la notte, quando l’impianto non produce, si avrà bisogno di accumulare circa 4 kwh/giorno per avere un buon margine di autonomia dalla rete.

Per inciso: se riduco i prelievi di rete del 50%, le bollette si ridurranno del 50%. Se prelevo il 90% in meno, il mio risparmio sarà del 90%, ecc…

In una tipica giornata l’impianto potrà produrre per l’immediato consumo diurno, ma anche per il consumo notturno caricando le batterie di accumulo disponibili per la notte.

In questo caso una capacità di stoccaggio di 4 kwh sarà sufficiente a ridurre le bollette in maniera già significativa (ovviamente in estate le batterie incideranno meno sui consumi domestici, a causa della maggiore insolazione naturale).


Quali sono le differenze tra i diversi tipi di batterie?

Per una famiglia media di 2/3 persone solitamente il fabbisogno nelle ore serali/notturne è sui 4/5 kwh al giorno, ma in base al tipo di batterie si potranno adottare soluzioni diverse. Ecco i due principali tipi di batterie con il loro punto di forza e la loro criticità.

Batterie al piombo e Batterie al piombo/gel (per capirci: sono simili a quelle della macchina).
Per queste si considera il 50% di utilizzo.
Cioè: se ho bisogno di 4,5 kwh userò un accumulo da 9 kwh in quanto devo considerare che il sistema nel ciclo di “carica-scarica” si trattiene circa il 50% di energia (questo per evitare di danneggiare le batterie).
Le batterie al piombo/gel durano mediamente 5 anni e quelle al Piombo durano 2/3 anni.

Batterie al litio POWERWALL TESLA.
Per queste si considera tra l'80 e il 90% di utilizzo.
Cioè: per 4,5 kwh avremo bisogno di un accumulo di circa 5-6 Kwh. Questo tipo di batteria costa di più ma garantisce una maggiore durata rispetto a quelle al piombo, ed una maggiore efficienza. Hanno in genere 10/12 anni di funzionamento contro i 5 anni delle batterie a Piombo/Gel e contro i 2/3 anni di quelle al Piombo.

I costi delle batterie sono al ribasso e più andiamo avanti, meno costeranno. La batteria al Piombo è oggi la soluzione più economica, ma ha una minore efficienza e durata rispetto alle batterie al litio.

Di quanta energia ho bisogno per coprire i miei consumi con le batterie?
Per avere un’idea di quanto possa essere il mio fabbisogno di elettricità il calcolo è semplice: bisogna moltiplicare i watt assorbiti dagli apparecchi utilizzati, per le ore stimate di funzionamento.

Dunque: facciamo la lista di cosa dobbiamo alimentare e per quanto tempo. Leggiamo sulle targhette dei vari apparecchi quanto consumano e moltiplichiamo ogni consumo per il numero di ore di utilizzo stimate e sommiamo il tutto.


Quante batterie ci vogliono per stoccare X kwh/giorno?
Fatte le opportune premesse, anche se ovviamente si parla sempre di stime: come capire quante batterie ci vogliono per accumulare “un quantitativo” di energia al giorno? In linea di massima, per capire come scegliere le batterie più adatte a garantire una certa autonomia abbiamo bisogno di tre dati:

i kwh di stoccaggio desiderati
i Volt di ogni batteria (in genere le batterie sono a 12 o 24 Volt)
gli Amperora (Ah) di ogni batteria. L’Amperora è un indicatore della quantità effettiva di elettricità che la batteria è in grado di fornire in ogni ora di utilizzo. Gli Amperora (Ah) che ci interessano sono quelli dichiarati dal produttore sulla targhetta del prodotto e rappresentano la massima quantità di carica accumulabile nella batteria stessa.
Moltiplicando i Volt per gli Ampere si ottiene la potenza, in Watt. Moltiplicando i Volt per gli Amperora si ottiene la quantità di elettricità fornita dall’accumulatore, misurata in Wattora.

Il Wattora, o meglio il Kilowattora, è l’unità di misura utilizzata per quantificare l’elettricità che quotidianamente utilizziamo: in ogni contatore elettrico, come in ogni bolletta elettrica, l’unità di misura utilizzata è il kWh. Sulla base dei KWh vengono misurati, ad esempio, i consumi effettivi di un’abitazione, vengono calcolate le bollette e, per chi ha un impianto fotovoltaico, vengono calcolati i contributi dello scambio sul posto, l’autoconsumo o gli incentivi.

Impianti Fotovoltaici Lombardia. Impianti Fotovoltaici Lombardia: Inizia a risparmiare sulla bolletta elettrica richiedi preventivi per impianti fotovoltaici con accumulo e batterie

Impianti Fotovoltaici Lombardia, questo sito nasce dalla necessità di informare gli utenti che ora è possibile installare un impianto fotovoltaico di qualità ad un prezzo ragionevole. Inoltre in Lombardia è attivo il Bando Regionale relativo all'accumulo e alle batterie associate ad un impianto fotovoltaico sia di vecchia costruzione che di nuova realizzazione. Questo bando Incentiva il Cittadino Lombardo ad installare un Impianto fotovoltaico con accumulo oppure a dotare il suo vecchio impianto fotovoltaico di un accumulo e di batterie. In breve, il bando permette di avere dalla Regione Lombardia il 50% del costo sostenuto per acquistare ed installare l'impianto fotovoltaico con accumulo o solo l'accumulo. Il finanziamento massimo potrà essere di 5000 Euro. 

La Regione Lombardia ha scelto, per il Bando Accumulo e Batterie, ha scelto la forma a Sportello. Essendo un Bando a sportello, chi prima realizza l'accumulo, prima consegna la richiesta e vedrà rimborsato il 50% del costo sostenuto per l'accumulo e le batterie. Sono stati stanziati 2.000.000 di Euro, quindi si prevedono almeno 400 Impianti fotovoltaici con accumulo Incentivati. Che dire? Affrettatevi a richiederci un preventivo e ad acquistare tramite il portale Impianti fotovoltaici Lombardia!!! 

Impianti Fotovoltaici Lombardia, prezzi: Richiedi qui il preventivo per il tuo impianto fotovoltaico con accumulo e batterie il Lombardia. Impianti Fotovoltaici Lombardia ti consente di avere un impianto fotovoltaico per produrre la tua energia con la comodità di un’offerta CHIAVI IN MANO e il vantaggio della promozione 2014 attiva presso le aziende che rappresentiamo.

Non sei ancora cliente della rete di Aziende di Impianti Fotovoltaici Lombardia? Ecco un motivo in più per esserlo.

Rendi la tua casa più efficiente dal punto di vista energetico. Scegli un impianto fotovoltaico proposto da una azienda che aderisce a Impianti Fotovoltaici Lombardia per produrre energia elettrica dal sole. Così la tua bolletta diventa più leggera.

Richiedi un Preventivo a Impianti Fotovoltaici Lombardia



risparmio energetico

 

Un impianto Fotovoltaico è  uninvestimento semplice e vantaggioso. L’impianto ha una vita media di circa 25 anni, dà prestigio alla tua casa e la rende più efficiente e moderna.

 

Ecco elencati i vantaggi:

Risparmio Energia per sempre: produci autonomamente energia e risparmi subito in bolletta.
Energia pulita: grazie al sole contribuisci a ridurre le emissioni.
Detrazione fiscale del 50% fino al 31 dicembre 2014, e scambio sul posto. Approfittane ora. 

Oltretutto, ricorda che un impianto fotovoltaico da 3 kWp è la soluzione migliore per soddisfare le esigenze energetiche di una famiglia e abitazione standard che in media ha un consumo energetico pari a 3500 kWh all'anno. Infatti, un impianto di questa potenza di picco, con installazione, orientamento e dimensionamento adeguato correttamente all'irraggiamento solare, è in grado di produrre nel Nord Italia fino a 3.300 kWh di energia elettrica, circa 3.600 kWh al Centro Italia e fino a 3.900-4000 kWh di energia elettrica nel Sud Italia, in cui l'irraggiamento solare, oltre che essere maggiore, ha anche una durevolezza superiore.

Richiedi un Preventivo a Impianti Fotovoltaici Lombardia


Impianti Fotovoltaici Lombardia: Concetti

Impianti Fotovoltaici Lombardia. Realizzazioni TRAMITE IL NOSTRO PORTALE

SUNPOWER         

    Moduli Classici